archicad-21-release.jpg

ARCHICAD 21 - STEP UP YOUR BIM

L’innovazione è sempre stata l’elemento chiave che ha distinto ARCHICAD sin dagli inizi. ARCHICAD 21 include l’attesissimo Strumento Scala, introducendo la tecnologia GRAPHISOFT Predictive Design™ (Progettazione Predittiva) in attesa di brevetto. ARCHICAD 21 offre un ampio numero di ulteriori importanti miglioramenti funzionali nel campo della visualizzazione, dell’OPEN BIM, delle prestazioni e della produttività, rendendo questa versione una delle più forti nella storia di GRAPHISOFT.

Strumento Scala semplice e intuitivo

Panoramica nuove funzioni

scala_archicad21.png

Nuovo Strumento Scala

stair toolLa progettazione delle scale è uno dei compiti più complessi in architettura. Il nuovo Strumento Scala di ARCHICAD 21 vi permette di scegliere, nel contesto dello specifico edificio, la gamma delle soluzioni progettuali più ottimali.
La Predictive Design Technology™ (Tecnologia di Progettazione Predittiva) di ARCHICAD vi offre, in tempo reale, multiple soluzioni di progettazione, assicurandovi che la vostra scala rimanga conforme.
Le Scale sono composte da multipli sotto-elementi quali pedate, alzate, travi, cosciali, strutture monolitiche o a sbalzo. Ognuno di questi può essere individualmente progettato e configurato con funzionalità parametriche

Nuovo Strumento Parapetto

railing toolPossono essere creati sistemi di parapetto complessi ma configurabili associativi alle Scale, Solai, Muri, Falde o Mesh.
Create uno schema di parapetto parametrico specifico per il progetto, e applicatelo su diversi elementi costruttivi con un solo click.

Usate l’Editor dello Schema Parapetto per personalizzare le varie parti mentre ARCHICAD si assicurerà che tutte le modifiche allo schema sia correttamente aggiornate lungo l’intero Sistema Parapetto.


SCALE FAMOSE MODELLATE CON ARCHICAD

Scale Bauhaus a Budapest

La Grande Muraglia Cinese

Robson Square, Vancouver, Canada

visualizzazione.jpg


VISUALIZZAZIONE

Il motore di rendering "Cinerender" integrato in ARCHICAD 21 – basato sul motore di rendering di Cinema 4D di MAXON – fornisce ai progettisti rendering foto-realistici di alta qualità in un contesto BIM.

visualisation-interior.jpg
visualisation-facade.jpg
visualisation-kitchen.jpg
CineRender introduce i nuovi metodi di Mappatura della Luce GI secondario per rendering più realistici e, al tempo stesso, più veloci.
I miglioramenti al canale di Riflettanza abilitano all’utilizzo di un numero infinito di lucidi con i nuovi tipi di Riflessione. Usando le Superfici uniformi, i progettisti possono eseguire il render del loro progetto usando un singolo colore, personalizzabile.
Il nuovo shader di Variazione può essere utilizzato per variare il colore della superficie e degli shader in modo casuale tra diversi elementi. Il nuovo effetto shader Parallasse nel canale di Rilievo (Bump) è simile allo Spostamento ma richiede un minore tempo di render.

Classificazione Elemento

element classificationUn modello di progetto ARCHICAD può essere descritto come un database BIM centralizzato che immagazzina tutti i dati del progetto e li rende accessibili a tutti I partecipanti alla progettazione.
ARCHICAD 21 introduce una modalità flessibile per classificare gli elementi e gli spazi per supportare meglio gli standard nazionali o aziendali e per una interoperabilità senza precedenti tra i partecipanti al progetto.
Le classificazioni per gli elementi di costruzione o per le zone possono essere gestite in una modalità centralizzata, nell’ambito del progetto, con la nuova funzione del Gestore di Classificazione.
La classificazione dell’elemento può essere definita; le relative proprietà possono essere configurate e trasferite tra i progetti tramite il formato file XML.

Collegamenti IFC

ifc
I contenuti esterni del modello IFC, creati dai consulenti – quali gli ingegneri Strutturisti o MEP – possono essere posizionati come collegamenti nei progetti ARCHICAD 21 come contenuto di riferimento protetto.
Collegamenti IFC possono essere posizionati nel progetto quante volte sarà necessario. Nel caso di grandi progetti, l’opzione Filtro Modello potrà essere utilizzata per ridurre la visualizzazione del contenuto IFC referenziato.

Questi moduli IFC possono essere facilmente aggiornati assicurando una rapida e fluida collaborazione con gli ingegneri. La verifica delle collisioni funziona anche con gli elementi dei moduli IFC collegati.

Verifica delle collisioni

Con l’evoluzione del BIM a flusso di lavoro effettivo, i progettisti ricevono sempre più informazioni in formato BIM dai loro consulenti.
Per aiutare i progettisti a ricoprire pienamente il loro ruolo di coordinatore primario del modello, la Verifica delle Collisioni permette di comparare due gruppi di elementi grazie ad insiemi di criteri definiti dallo stesso utente. Questi insiemi di criteri possono includere Tipi Elemento, valori di Classificazione, Valori di Proprietà e Attributi, quali il nome del Lucido o i Materiali da Costruzione.
Usando la palette di Revisione di ARCHICAD, le collisioni riscontrate tra i vari elementi possono essere evidenziate, identificate ed editate come necessario.
collision-detection-mep.jpg
PRODUTTIVITA'
produttivita.jpg

Trasferimento selettivo dei parametri

 

Il Trasferimento Selettivo dei Parametri permette il trasferimento dei parametri per modificare, in modo selettivo, determinati parametri dell’elemento. Insiemi di parametri selezionati possono essere memorizzati e applicati tramite la funzionalità Preferiti Inietta Parametro.

© 2017 Tomasoni Architettura Sagl. All Rights Reserved.

Please publish modules in offcanvas position.